accedi   |   crea nuovo account

Il regno dei due mondi

Ciò che a lo giorno
apparia,
la nocte
ne lo più belo decanto
li mette in sogni,
e lo azzurro
co lo nero fondendosi,
sfumature creando
turchino
tutto diviene.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • silvana capelli il 30/07/2014 13:43
    Quando si guarda un cielo turchino, si percepisce tutto il Divino.
    Sempre profondo Don! Le tue brevi sono di intensa sapienza.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0