accedi   |   crea nuovo account

Avrei voluto chiamarti Amore

Sono onde
onde di stelle che ci attraversano il cuore
portando
il profumo di un mare che non vediamo

che profondamente sentiamo
nella nostalgia fuggevole

di una infinita dolcezza che fa quasi male

avrei voluto
spianare i monti
incendiare i boschi

in un dirupo di sensi
donarti la gola delle mie emozioni

avrei voluto essere la suola dei Tuoi stivali
per andare nei cieli dove Tu vai

avrei voluto chiamarti Amore

 

4
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Emiliano Francesconi il 02/08/2014 11:32
    Avrei voluto essere la suola dei tuoi stivali" pur di seguirti ovunque amore!!!! Bellissima!!! Un saluto grande poeta di stelle
  • francesco contardi il 02/08/2014 09:29
    avrei voluto essere l'unico per te. e non aggiungo altro!

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 02/08/2014 15:35
    BELLA COME UNA CANZONE DI VECCHIONI, BACIONI CAP
  • olga il 02/08/2014 12:45
    Semplice come piace a me. Complimenti!
  • eurofederico il 02/08/2014 09:56
    bella nella sua semplicita'! quando si ama tutto si vorrebbe per il nostro amore!
  • Rocco Michele LETTINI il 02/08/2014 09:12
    Un amore eterno tra mille espedienti. L'immenso e l'ntenso di un sentmento solo... per amoreeeeeeeee...
  • Anonimo il 02/08/2014 06:01
    Bella poesia, struggente... un amore eterno incompiuto, negato, sognato, lambito, accarezzato... insomma un amore che per rimanere tale deve lasciare qualcosa di incompiuto, appunto.
    Bella quella forza espressiva... incendiare i boschi, spianare i monti... e poi la nostalgia dolce che fa quasi male: è davvero così, anche per me in certi casi. hola... Ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0