username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Luna dimenticata

Amica Luna,
che con tristezza rimembri,
l'andare dei passi miei,
alle perdute sere.
Quando sul solitario colle,
nel gran silenzio immerso,
io amavo rimirarti lucente,
tra l'ombre e l'odor delle mimose,
che la soave brezza spingeva a valle.
Luna che fosti un dì dei grandi amori,
complice segreta.
Luna su cui giurarono amore eterno
i tanti amanti.
Luna dimenticata:
in poesie, poemi e canti,
triste nel cielo ora ti affacci.
Solitario di un fiume percorro il corso,
fra spoglie sponde,
che tu stanca rischiari,
mentre lontano l'attende il mare.
E nel suo lento andare,
in lui ti specchi il volto.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 09/08/2014 21:44
    Sì, dovremmo tutti ricordarci di più della luna, e per questo credo basti anche, per chi non ha il dono della poesia come invece l'ha lei, osservarla da un balcone o da una finestra e dedicarle il pensiero più bello che si sia avuto modo di avere o di vivere durante la giornata. La luna, poi, lo rielabora e ce lo rende in energia vitale, per nuove sfide da vivere e nuovi pensieri da elaborare. Cordialità.

3 commenti:

  • Fabio Mancini il 08/10/2014 15:33
    Mi piace molto il tuo stile un po' classico. Fabio.
  • Nicola Lo Conte il 06/10/2014 22:40
    Bella e musicale con la chicca di una pregevole chiusa...
  • silvia ragazzoni il 09/08/2014 10:39
    Molto bella... luna romantica...


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0