PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Bilanci

Di mia madre
Ho voluto pochi ninnoli
Vecchi e preziosi anelli
Mai indossati, non c'è stato tempo.

Ho girato le spalle al pianto
Ho riso in faccia alla compassione
Mi hanno buttato in un cassone
... il resto è solo illusione

 

3
5 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 12/08/2014 14:35
    Io mi associo ai commentatori, aggiungendo un mio plauso personale.
  • Maurizio Cortese il 11/08/2014 21:43
    Tristezza profonda... incisa nel cuore... ad aspettare una possibilità di speranza. Molto toccante.
  • roberto caterina il 11/08/2014 19:44
    Penso anche io ci sia tanta sofferenza in questo tuo ricordo che non hai avuto tempo di vivere, ma forse di ritrovare in poesia.
  • cristiano comelli il 11/08/2014 18:20
    Poesia molto sofferta, immagino. Abbia intanto tutta la mia vicinanza umana. La frase che più mi avvince è "ho girato le spalle al pianto". Come ho avuto modo di dire in altro punto di questo sito, a mio modesto avviso un nostro caro scomparso dalla vita terrena ci dà egli stesso, in un tempo superiore alla nostra comprensibilità e indipendente dalla nostra volontà, il potere di mutare il dolore in risorsa da investire nella vita. Ed è anche un modo per continuare a fare vivere davvero chi abbiamo amato e amiamo. Cordialità.
  • Rocco Michele LETTINI il 11/08/2014 18:19
    Bilanci di sofferto passare... Due quartine che toccano nel profondo dell'anima...

5 commenti:

  • silvia leuzzi il 15/08/2014 21:28
    Grazie Gianni un bacio
  • Gianni Spadavecchia il 15/08/2014 07:11
    Molto tristi questi versi, scritti quasi col cuore spezzato.
    Fatti forza e continua la tua vita, nessuno potrà mai toglierti i ricordi di lei.
  • silvia leuzzi il 12/08/2014 21:45
    Quanti commenti siete veramente tanti e sono veramente commossa. In effetti mia madre si è ammalata che non avevo compiuto otto anni. Un ictus ha cambiato la sua e la mia vita... ma forse per tutto c'è un karma chissà... l'esistenza è strana ci vuole vedere camminare sui ciottoli sdrucciolevoli e godersi lo spettacolo dei nostri scivoloni... Grazie a Pompeo, a Maurizio, a Roberto, a Cristiano, a Rocco e a Fabio... grazie grazie
  • Fabio Magris il 11/08/2014 22:58
    Mi ci aggiungo ai commentatori... quel "girato le spalle al pianto" e "ho riso in faccia alla compassione" la dice tutta.
    Impossibile rimanere indifferenti a questa tua poesia... A volte manca proprio il tempo e non si è pronti per un evento improvviso e la reazione è proprio quella che dici tu.
  • silvia leuzzi il 11/08/2014 19:18
    Grazie Cristiano e grazie Rocco le vostre recensioni impreziosiscono la mia poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0