PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Libero riassunto.. dal monologo La notte poco prima delle foreste di Bernard Marie Koltès

Ti guardavo girare l'angolo... sotto la pioggia mi sembravi uno come me.. senza soldi... ma se vuoi Ti pago un caffè o una birra... sono senza lavoro.. sono bagnato... ho freddo.., potrei prendermi un accidente... sto cercando qualcuno in questo bordello di vita che sia come un angelo... Ti prometto che uscirò senza far rumore alle prime luci dell'alba... Ti prego posso venire da Te questa notte...

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

"Lei non è del castello, lei non è del paese
lei non è nulla. Eppure anche lei è qualcosa,
sventuratamente, lei è un forestiero,
uno che è sempre di troppo e sempre tra i piedi".
Kafka, Il castello


1
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 12/08/2014 18:52
    Commovente...
    A volte basta poco per essere un Angelo, almeno per una notte...
  • Rocco Michele LETTINI il 12/08/2014 15:16
    Mi è ritornato in mente il dare mantello del Buon Gesù a San Martino... Quanto manca questo amorevole gesto nell'oggi sempre più indifferente, sempre più gelido...
  • Don Pompeo Mongiello il 12/08/2014 14:40
    Un serto per questa tua meravigliosa.
  • Anonimo il 12/08/2014 13:33
    Bello, innovativo modo di presentare un'opera... mi hai fatto venir voglia di leggerla... ehi Capitano, mi pare che stiamo facendo di tutto... ce la faremo?... holahola

1 commenti:

  • Chira il 12/08/2014 13:35
    Di questi tempi "gli Angeli" con le ali hanno un gran da fare e quelli senza pure, inoltre sono sempre più pochi mentre il bordello di vita diventa sempre più incontrollabile. Io comincio ad essere smarrita più che che mai guardandomi intorno e vivendo in una grande città dove tutto è più macroscopico. Poesia libera ma sempre ancora Amore eterno da Vincenzo. Grazie!
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0