accedi   |   crea nuovo account

Eclisse Eterna

Una fioca luce invocava la sera
io mi stringevo più a te
tu mi cercavi la mano
le ali del tempo volavano via
come le baie
con il loro respiro materno.
Gocce d'armonia ci inondavano l'anima
e mi toccavi la mano
il riflesso di me nella tua lacrima.
Un soffio di vento avvolgeva l'incanto
mentre fuggivo in un pianto invisibile
per fare l'amore con i tuoi occhi.
La prima stella era ormai vicina.
Ti sfioravo la pelle scaldandoti il viso.
Tu mi guardavi
e mi tormentavi le mani.
L'universo proteggeva il nostro sguardo
come in un'eclisse eterna.

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0