PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Lente (per Augu)

Corazza, elmo e spada
tra noi e il Noi indossiamo insonni
che il giorno in cui ci servirà la Lente
deporremo mesti ai piedi del Silente.

Nudi, disarmati e trasparenti
ci rivedremo in specchi d'acqua pura
pesci pescati a caso dalle reti
saremo scelti senza scelta alcuna

E l'alto e il basso non avranno posto
il destro col sinistro contrapposto
saremo l'aria respirata appena
tra il Noi e il noi
corazza, elmo e spada.

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • augusto villa il 27/09/2014 22:45
    Sisi... la lente per Augù... Prima mi chiamavi talpina e adesso mi proponi perfino le lenti... Dì la verità che non è stato un caso...
    Certo che sai essere... ehm... ehm... davvero 3menda!
  • loretta margherita citarei il 16/08/2014 18:53
    belle metafore, piaciutissima
  • augusto villa il 16/08/2014 16:02
    Woow!... 1006 poesie!!!... praticamente come Pele'... cara Cupigna!
  • augusto villa il 16/08/2014 15:52
    Molto bella, per come è scritta, per quello che dice. ..
    Comunque... non mi farei scegliere più. ... Preferirei fare l imboscato in Paradiso...
    Magari un angioletto... con tanto di ali... Esentasse. .. chiaramente. ..
    Brava Laura!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0