PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Rifletti tu Generale!

De li corpi
in arrosto
mandati,
da chi commanna
senza cervello,
tanto a lui
non tocca,
e l'indifferenza
de le medie,
oltrepassa lo limite
d'ogni umana ragione
e dubbio nun v'è
che l'anticristo
è qui fra noi.

 

3
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 23/08/2014 07:46
    Bisogna domandarsi come faccia certa gente a vivere così, senza scrupoli e con troppa indifferenza.
    A volte si pensa che non siano uomini, ma bestie..
    Anche se gli animali sono di gran lunga meglio di loro.
  • Rossano il 21/08/2014 09:43
    Mi piace come l'autore esprime in versi, quel forte disappunto che diventa palpabile man mano che si legge il suo scritto. Concordo e faccio mia questa bella riflessione.
  • Anonimo il 20/08/2014 18:39
    Ci sono mille casi per i quali questa poesia calza a pennello... del fatto dei Tornado non so bene, ma in generale concordo con lo spirito della poesia... holahola.
  • Vincenzo Capitanucci il 20/08/2014 16:28
    l'Anticristo...è la parte peggiore dell'uomo.. quella che impedisce alla luce... di manifestarsi... nella sua completezza d'amore.-.
  • roberto caterina il 20/08/2014 16:18
    sì certo hai fatto bene a ricordare questo episodio...
  • Don Pompeo Mongiello il 20/08/2014 15:36
    Qui non si tratta di me, del mio modo di scrivere, per cui ogni commento. ogni recensione è benvenuto/a, come una petizione contro chi dirige e manda gli innocenti alla morte. Mi riferisco, e mi sembra chiaro, il disastro dei due Tornado nel cielo de le Marche.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0