username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Carnefice incolore

Inginocchiatevi
Davanti a questo orrore.
Il carnefice ha eseguito.
L'Uomo ha perso il suo compito.
Il messaggio non è stato recapitato.
Il corpo esposto inginocchiato
che confessa d'esser nato.
Il nero accanto all'arancione
e quel carnefice incolore
che non emana alcun odore!

 

l'autore silvia leuzzi ha riportato queste note sull'opera

Scritta dopo aver visto il servizio sulla decapitazione di James Foley. Bisogna meditare su quanto sta accadendo intorno a noi. Nessuno si salva da solo. L'occidente ha gravi colpe... meditiamo


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 22/08/2014 19:04
    Non cambierei una sola virgola di quello che ha detto oissela... aggiungo un applauso a Silvia Leuzzi, un fior fiore di autore( autrice non mi piace)che è andata sempre migliorandosi nl corso degli ultimi due anni ed oggi posta valide opere sia nel settore poesia che prosa... holahola.
  • oissela il 22/08/2014 05:26
    La morte di un uomo per mano di un altro uomo è sempre una tragedia ed un fallimento per la razza umana.
    Le armi hanno, il più delle volte, avuto il sopravvento sulle capacità di dialogo, con conseguenze spaventose. Ogni uomo è uguale ad un altro uomo sembra non convenire a coloro che si sentono più forti. Il vicino Oriente è in fiamme e noi inviamo loro armi per contribuire alla soluzione di drammi che abbiamo
    innescato. Disarmarci, disarmare e dialogare è l'unica opzione
    da attuare e se non dovessero esserci affari per le fabbriche di morte, si andrà avanti lo stesso. Inginocchiamoci davanti a questo orrore ed inginocchiamoci davanti a tutti gli orrori.
  • Rocco Michele LETTINI il 22/08/2014 05:12
    NON RESTA CHE MEDITARE, COME GIUSTAMENTE POSTILLI NELLA NOTA, DAVANTE A QUESTA ORRENDA ESECUZIONE. GLI ANIMALI NON LO FAREBBERO...

11 commenti:

  • Donato Caione il 04/09/2014 14:18
    Sicuramente il più feroce animale non avrebbe osato tanto.
  • Anonimo il 23/08/2014 13:25
    Grosso problema, Arabesk... in una mia vecchissima poesia, scritta prima di questi anni di guerre atroci, facevo riferimento ai bambini guerrieri nel Darfur... credo tu la conosca la poesia... Faber est suae quisque fortunae...
  • AlfaCentauri il 23/08/2014 13:16
    ... che questi terroristi riescano a mandare in onda video (tra l'altro pare che quello messo su James Foley, sia falso) così truci, eludendo ogni controllo o censura, fa parte di una politica di sopraffazione -tipica di quelle popolazioni-

    Mi sono sempre chiesta, vedendo alcuni documentari... cosa, di buono può uscire, da questi popoli che mettono nelle mani di bambini, armi... educandoli da subito alla violenza?
  • Anonimo il 23/08/2014 12:10
    No Arabesk... niente tv durante i pasti.. perché l'hanno fatto vedere?... dio mio, spero di no... comunque ho seguito una trasmissione su Radio Tre, la mia preferita ( 12 ore al giorno... ahahahah) che parlava dell'opportunità di lasciare questi video sui vari network oppure proibirli...
  • AlfaCentauri il 23/08/2014 11:59
    @ giacomo

    ne deduco che nn accendi la tv... nelle ore dei pasti!
    MOMENTI nei quali si potrebbe gustare la trasformazione del lavoro in qlc di decente e che invece, anche solo ascoltando... si crea il blocco; per una sorta d'impotenza verso questi fatti che accadono nel mondo...
  • Anonimo il 23/08/2014 10:23
    ah, dimenticavo... io il video non l'ho guardato...'n ce la fò... ma nemmeno gli incidenti per strada... svengo...è più forte di me... anche le uccisioni di animali non le posso vedere... quand'ero giovane per andare a scuola passavo davanti ad un maniscalco e ad un macello bovino... se vedevo una decina di persone itente a guardare la macabra scena davanti al macello, facevo un giro largo... c'era una viuzza che mi portava davanti all'oratorio e da lì a scuola... vado a scrivere un racconto di cinque righe su sta cosa... ciaociao
  • AlfaCentauri il 23/08/2014 10:02
    orribile ma vera
    CERTE VOLTE, guardando queste scene in tv mi chiedo se ciò che vedo è un film o cosa e... tornando alla vita, inorridisco.
    È vergognoso lasciar passare queste scene, pur di fare odiens; e nn perchè NN VOGLIA VEDERE O SENTIRE... ma credimi, mi viene il vomito...
  • Anonimo il 23/08/2014 09:28
    sincerissimi silvia... lo sai bene che ti ho anche critica... i passi da gigante si vedono. Pensa quanto sono sincero: a volte, non ricordo per quale opera ma forse per quella poesia del poeta a me sconosciuto, Pietro Vigolo, tu pubblicasti un saggio talmente preciso, originale e scritto bene che mi presi la briga di andare a controllare sul web se avevi copiato( che stronzo... eheheheh... da insegnante non ero così... ahahahaha... trovai solo lo stesso saggio pubblicato da te medesima su altro sito o su un tuo blog, non ricordo... che figura di merda, mi sono detto... ecco dove arriva la mia sincerità...
  • silvia leuzzi il 23/08/2014 08:56
    WOWOOOOWWW Giacomo ti ringrazio per questo tuo mirabile commento e per i tuoi complimenti che conoscendoti non dubito che siano sinceri. Grazie davvero un abbraccio
  • silvia leuzzi il 22/08/2014 15:11
    Grazie Rocco e grazie Roberto un particolare apprezzamento all'intervento di Oissela che mi trova estremamente d'accordo
  • roberto caterina il 22/08/2014 05:34
    Sì, hai fatto bene a ricordare la tragica attualità di un orrore senza fine..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0