username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lontano

I miei occhi non possono mirare il tuo dolce sorriso,
le mie mani non possono sfiorare il tuo candido viso,
i miei timpani non possono udire la tua voce delicata,
ma inevitabilmente il tuo ricordo mi scorre innanzi come una copiosa cascata.
Ora sei per me come il sole splendente
e come la luna brillante,
come la brezza che posso sentire ma non afferrare,
come la nebbia che mi avvolge ma non posso lambire,
come la luce che tento di toccare invano.
Ciò è quel che provo quando da me ti trovi lontano.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 25/08/2014 09:46
    Lunga, ma scorrevole e bella. Bravo!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0

- Il video di quest'opera -