username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Maternità d'Amore

Percepire
nel visibile

l'invisibile

ci rese così simili
in unità d'intenti

da poterci scambiare il cuore

e
non sapere più chi fosse l'uno e chi l'altro

chi bussa
e
chi apre la porta

il Tuo nascere in me Amore ha donato al mio corpo curve da eternità

un prolungamento di me in un raggio di sole

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 29/08/2014 07:22
    L'amore è una mamma che tiene sempre accesa la fiamma della dolcezza... E dal tuo verseggio si evince candidamente... IL MIO ELOGIO VINCE'

3 commenti:

  • Anonimo il 29/08/2014 06:23
    aromia... ahahahah... armonia... mi sto preoccupando della mia dislessia scritta... prenderò una pausa in una casa di riposo per marinai, in un'isola in mezzo all'oceano... eheheheheh
  • Anonimo il 29/08/2014 06:21
    Una perfetta fusione in aromia d'amore... non si sa chi bussa e chi apre la porta perché in quella casa d'amore sono state abolite finestre, porte e tetto... a questo punto anche i muri portanti e le tramezze diventano invisibili... holahola, molto bella, grande significato... ciaociao
  • eurofederico il 29/08/2014 05:56
    oh Vince'... ma scrivi cose bellissime! e oltretutto lo fai benissimo... mi piace il tuo stile!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0