PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Trapassa un brivido

Insistente gracchio di cornacchie
tra le file degli ulivi piangenti,
un brivido nero l'aria trapassa:
son forse vestali di anime antiche
che quiete non sanno trovare?

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Luca il 29/08/2014 16:40
    Questa poesia mostra come, anche tra i vivi,è difficile trovare la pace interiore..

3 commenti:

  • salvo ragonesi il 29/08/2014 19:36
    Questi uccelli non trovano la mia ammirazione ma come dici tu forse sono vestali di anime antiche e vogliono dire qualcosa ne loro gracchio.. ciao salvo
  • Ugo Mastrogiovanni il 29/08/2014 17:45
    Secondo il suo solito rituale lirico, con l'inimitabile dono della sintesi che sempre lo distingue, sorpreso, il Cortese filma il volo di cornacchie gracchianti tra la pace fi ulivi secolari. Forse vestali? Si chiede. Forse. Nell'antica Grecia erano consacrate ad Apollo; i Maya le consideravano un messaggero divino; gli indiani attribuiscono ai corvi flussi di energia benefica, ma qui da noi portano scalogna! Io le detesto, perché negli orti intorno casa mia ce ne sono tantissime e fanno a gara con le gazze a chi gracchia più forte. E allora? Mi chiederete. E allora si, mi svegliano ogni mattina alle quattro!
  • Luca il 29/08/2014 16:42
    Complimenti, poesia che dice quel che deve dire, bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0