accedi   |   crea nuovo account

Lo strano sentire del cuore

Trovo tra vicoli bui
le frattaglie di un sentimento
che non si definisce, come il bianco,
e si struscia doloroso nei vicoli
come un ubriaco abituale.

È lo strano sentire del cuore
che provoca tanto languore!

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 30/08/2014 18:06
    Le parole "vicoli" e "frattaglie" lasciano intravedere uno studio specifico. Nel lettore arriva comunque un sentimento provato per davvero. Complimenti.

4 commenti:

  • silvia leuzzi il 31/08/2014 11:25
    complimenti Antonino ottimo commento. grazie
  • Anonimo il 31/08/2014 09:18
    L'amore è sempre languore sia che ci si abbandoni ad esso sia che se ne sfruttino forme "alternative". Comunque si passa sempre dal cuore. Ed è poesia. Il resto è il comune sentire dei sensi ed ha altre vie.
  • silvia leuzzi il 30/08/2014 22:43
    Il sentimento è sempre vero Antonio e l'amore non è sempre quello a cui pensiamo a tutta prima. Ci sono amori che nulla hanno a che spartire con il sentimento amoroso ma hanno il loro strascico languido, che fa pensare, che fa scattare la molla della poesia. Grazie del tuo commento.
    Grazie a te Oissela... pensa che di Prevert ho letto solo poesie sparse... quanti sono i poeti... tanti quanti i palpiti del sentimento umano che assume forme e sembianze differenti ma ugualmente pungenti. Grazie
  • oissela il 30/08/2014 18:42
    Il lavoro mi piace, anche perché vi scorgo echi prevertiani.
    Oissela

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0