PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sconosciuta

Un semplice giorno piovoso
hai trasformato in meraviglioso.
Sedevi su un comune sgabello
tu che eri l'essere più bello,
la tua beltà incantata
non passò inosservata:
prima ho ammirato i tuoi rigogliosi capelli,
e poi anche i tuoi graziosi anelli,
e quindi il tuo sorriso smagliante
e il tuo sguardo abbagliante,
e le tue vesti sgargianti
che eran le più eleganti,
e la tua voce delicata
era una melodia fatata,
e quando il tuo dolce profumo ho inebriato
a me parea di esser rinato:
eri un fiore profumato
che nella mia vita era appena sbocciato,
e la tua soffice pelle color cioccolata
era più morbida della seta più pregiata,
e le tue folte ciglia arcuate
sono state le più amate,
e le tue labbra carnose e provocanti
eran le più eccitanti,
e da quando ho notato i tuoi brillanti occhi neri
sei sempre nei miei pensieri,
e quando ho stretto la tua calda mano
ero più fortunato di ogni altro umano,
perché da incantevole sconosciuta
una grande sorpresa sei divenuta:
la musa ispiratrice
della mia poesia rivelatrice.
Non mi scorderò mai di te,
perché sarai sempre dentro di me.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Donato Caione il 31/08/2014 16:36
    Bella e sensuale poesia in rime baciate. Gradita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0

- Il video di quest'opera -