accedi   |   crea nuovo account

Quel che non ci piace ovvero la ballata del principe azzurro

Quando abbandoneremo il principe azzurro
Lungo la strada a raccogliere i suoi cocci,
forse capiremo cos'è
questo strano connubio che vive in noi.

Siamo nate da un ratto
O forse un baratto
Di qualche padre distratto.

Appartenemmo al mondo degli oggetti
E per quelli barattiamo affetti.
Ci colpisce una cena, un vestito, un anello
Sfregiando del fiore il lato più bello.

Ci stupiamo alla fine
Che solo quello era il fine
Perché per noi è solo l'inizio.

Ma a pensarci bene 'sto tizio
Soddisfatto il suo stomaco vorace
C'ha lasciato del pasto
Quel che non ci piace.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 07/09/2014 17:52
    Hai carpito il sognare malato di tanta gente... Doveroso sbotto Silvia...

2 commenti:

  • silvia leuzzi il 07/09/2014 18:31
    Ma amici io credo che nessuno deve dare niente a nessuno. Ci si viene incontro. A volte le donne sopportano rapporti sciatti non solo affettivamente ma anche sessualmente solo per non mettere in discussione la loro posizione economica dipendente dal marito. Comunque sia la donna per fare l'amore pare abbia sempre bisogno di essere ripagata oggettivamente. Io piuttosto rivendico di essere appagata, che non è cosa facile per noi donne, a dispetto di quel che si vanta in giro. E di questo mi reputo una fortunata davvero. Ciao e grazie
  • salvo ragonesi il 07/09/2014 16:57
    Una volta si cercava qualcunoche non ti facesse mancare il necessario, quello era un buon marito. ora cercano qualcuno che gli dia il superfluo, quello è un principe azzurro..
    salvo. saluti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0