PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

No name

Speranza, mia amata, per infiniti
E tetri giorni destasti illusioni
Per quei fulgi attimi via sfuggiti
Tuttavia; e straripanti di passioni.

La luce accarezzava il mio cuore
E funeste mille e più emozioni
Io imploravo, come tutti, L'amore;
La vita l'inclito verbo mi perdoni.

Sei tu speranza, essenzialmente chiara,
Ma truce sull'orme all'inseguitar
De La vita, così dolce e amara


Come una stella cadente sul tedio mar
Di tramontana, che sfugge via avara
Nell'infinito;e noi, a rimirar.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Fabio Solieri il 10/09/2014 13:02
    Sonetto di notevole spessore ben curato in metrica gradevoli rime metafore un po' demodé il tutto come fotografie in bianco e nero. Piacevolissimo il risultato

1 commenti:

  • Fabio Solieri il 10/09/2014 13:03
    Si sente che la poesia ti è amica

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0