PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

[Senza titolo]

Prima dell'alba
Mi sono addormentata,
E non l'ho vista.

Cielo stellato
si è vestito di lustrini
per il gran ballo.

Il pescatore
dice sull'acqua fonda,
"posso nuotare"

Vento violento:
chiudi bene la porta,
non farlo entrare.

Quando sfolgora
il sole scalda l'aria
e il nostro cuore.

Madre Natura,
anche tu sei creata
e sei creatura

La Primavera
si è vestita di verde,
anch'io l'ho fatto.

Vento di Maggio,
vele bianche in regata
verso l'Estate.

Il buongiorno lo
si vede dal mattino,
io non lo vedo.

L'Eterno è in me
e io non lo conosco;
vorrei incontrarlo.

Sul bagnasciuga
In un giorno di sole;
Piedi bagnati.

Nel mio silenzio
un fuoco d'artificio;
resto incantata.

Sul mio ciliegio
matureranno i frutti,
Li coglieremo.

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 08/09/2014 07:44
    PER IL DIVINO... TUTTO L'AFFETTO CHE UN CUORE PUO' DARE... ADORABILI VERSI...
  • Anonimo il 08/09/2014 07:04
    Istantanee vitali. Un promemoria per ricordare. Degna d'attenzione la V strofa.
    Ciao.

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0