accedi   |   crea nuovo account

Dilogo etereo9

Dialogo con il nulla, vaniloquio,
teso a suscitar folle confusione;
credendo d'aver facile opinione
del pensiero altrui, ma è soliloquio.

Dolci parole in tenero colloquio,
miscellanea in forbita enunciazione
come dardi lanciati con passione,
espressi con dolcezza in bell'eloquio.

E gli occhi puri vedono le rose
senza tenere conto delle spine;
nel cuore forte son solo odorose.

Son sempre assai gradite e deliziose
capaci di disciogliere le brine
che il gelo getta su ansie dolorose.

È sufficiente alzare gli occhi al cielo
che subito scompare il nero velo
che ottunde ogni alba rosa e silenziosa.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 12/09/2014 05:26
    Da la solitudine intrisa di malinconia anche l'alba sognata di rosa si perde in uno spiacevole silenzio.

2 commenti:

  • Verbena il 12/09/2014 14:37
    Grazie Rocco, grazie Karen. Siete voi persone deliziose.
  • karen tognini il 12/09/2014 07:57
    Profuma di rose.. intense emozioni in versi molto belli
    Piaciutissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0