accedi   |   crea nuovo account

Guardando a quel passsato

Guardando a quel passato nostro
forte ragion forte sai oggi ti devo
e a questa aggiungo ecco tante scuse.
Ricordo, non so se tu ricordi, che
tanto mi piacevi ma pur ricordo e
credo tu ricordi che tanto poi tanto
schifo a te facevo. Sì se ti guardavo
se ti sorridevo tu ti giravi o, lesta
la mano, ti coprivi il viso, se ti seguivo
di fretta ricordo, non so se tu ricordi,
lesta lesta correndo tu fuggivi, contar oggi
non so le volte di questo agir stupido mio
da povero frescone certo e quel poi non voler
capire che fin da quell'incontro il primo
io sì schifo ti facevo: ogni corresponsion d'affin
pensier sguardi sentimenti quindi vana, credo
il sen perduto io non capii allora quell'agir
maldestro mio così ragion forte sì forte ragion
oggi ti devo dell'agir tuo di fronte a quello mio
e a questa aggiungo forti tante e tante scuse.

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 13/09/2014 05:43
    Amarezze che mai svaniranno con lo scorrere del tempo... FELICE WEEKEND GIUSEPPE
  • Anonimo il 12/09/2014 17:35
    Amara. Come amaro e triste è questa poesia che swi scioglie bene.

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0