accedi   |   crea nuovo account

Rifiutato da un carattere abituato

Mi ubriaco con le lacrime
che ricaccio in dentro.
Gli occhi chiusi, i pugni stretti
solo la leggera sapidità
che permea la mia bocca
ricorda il bel pianto rifiutato.
Rifiutato da un carattere abituato
al sapore amaro del sale,
quello che fa male,
la cui cura è inesistente...
e del resto non frega niente!

 

3
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 16/09/2014 14:25
    dei versi molto beat... parlando di te zia parli del mondo... e in questo, molto spesso, sei davvero bravissima!

5 commenti:

  • silvia leuzzi il 16/09/2014 21:34
    Franci caro sai che hai trovato una particolarità a questi versi a cui non avevo pensato. Effettivamente sono molto battuti... abbattuti. Grazie grazie davvero ho apprezzato il tuo commento come quello degli altri ovviamente. Ciaoooooooooo
  • silvia leuzzi il 14/09/2014 21:58
    Grazie Nino
  • Anonimo il 14/09/2014 17:14
    Bisogna essere propositivi in senso ottimistico. Essere sconfitti è la dote dei deboli. E tu non lo sei.
  • silvia leuzzi il 14/09/2014 12:07
    Molto dolore mio caro Giannetto da cui spero tu possa preservarti sempre e questo è il mio augurio più sincero. Ciao e grazie per aver lasciato un segno della tua lettura, mi fa piacere.
  • Gianni Spadavecchia il 14/09/2014 08:53
    Ubriacarsi di quelle lacrime mai scese, represse dentro di sè, fa male..
    Quasi una avviso di dolore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0