accedi   |   crea nuovo account

Gozzano a Ruta

Vedessi come ingabbia la mattina
questo vano teso tra cielo e mare:
la perfezione che infine mi pare
beltà usurata d'una cartolina.

Qui passo i giorni; è un ristagnare lento
di pensieri come nebbiosi banchi
nei tremori d'un corpo macilento.
Ma un faro è ogni tuo scritto: assai mi manchi,

amico. Forse un poco ti stupisce
che tra gli affanni del bestiario umano
si strugga inerme il bipede Gozzano
quando anche la sua penna lo tradisce.

Benché ormai pur la cuoca, il pescatore,
i monti, amori astratti o corrisposti
mi siano estranei quanto l'editore
e il critico, e il mio tono ben si accosti

al resoconto d'un esperimento
scientifico, a una bolla, a un inventario,
tu leggi a fondo e scoprirai che sento
ogni cosa. Il silenzio è il mio diario

insieme a qualche stanco verso. Siedo
senza fuggire dalla mia cornice:
qualche lettura mi rifà felice
di aprire ancora gli occhi. Nulla chiedo

a questa dimensione transitoria;
risposte meno oscure non ho dato
di quelle di colui che ieri è stato.
Sono un figlio perduto della Storia.

 

l'autore Alessandro ha riportato queste note sull'opera

Poesia ispirata alla corrispondenza epistolare tra il Poeta e l'amico e collega Carlo Vallini.


4
5 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 05/11/2014 13:40
    amo Gozzano, anche se ti dirò lo preferisco nella prosa, comunque questa tua poesia è davvero notevole, perchè crea un'atmosfera davvero unica e raffinata... complimenti!
  • Don Pompeo Mongiello il 05/11/2014 11:03
    Intanto ben tornato ed una plauso sincero poi alla tua eccelsa davvero!
  • silvia leuzzi il 17/09/2014 21:25
    Un bel verseggiare gozzadiano. Il verso è vellutato e dai colori tenui e tutta la luce di questa poesia è soffusa.
    Si sente l'influenza del poeta aleggiare in ogni parola, ma non stona, non disturba, è un bel modo per ricordare un grande della nostra letteratura. Ciao silvia
  • Rocco Michele LETTINI il 17/09/2014 19:47
    Verseggio mirabilmente forgiato... Una sequela encomiabile... BUONA SERATA ALESSANDRO.
  • Anonimo il 17/09/2014 19:32
    Un descrittivo scenario di vita che poeticizza l'interiorità del poeta sulla peculiare visione di una dimensione transitoria consapevolmente accettata ed assai forbita che riveste l'anima. Verseggio elogiativo!

5 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 08/11/2014 10:32
    Mi si piaciuto, una poesia molto interessante.
  • Emiliano Francesconi il 07/10/2014 15:12
    Grande Alessandro non mi comparivano più le tue splendide poesie cosicchè ti ho cercato ed infine ritrovato!!! Un salutone!!
  • Ugo Mastrogiovanni il 20/09/2014 10:44
    Poesia elevatissima, eccellente.
  • Vincenzo Capitanucci il 18/09/2014 07:02
    Bravissimo Alessandro.. trasmette un bel sentire...
  • Anonimo il 17/09/2014 19:00
    le strofe sono piuttosto eleganti e ben composte

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0