accedi   |   crea nuovo account

Al mio cane Aramis

Non dirmi che è già venuta l'ora di andare
a correre sulle nuvole
e respirare il profumo delle stelle
rimani ancora e parlami con i tuoi occhi
lucenti di curiosità e affetto

andiamo ancora a fiutare il mondo
il sussurro delle radici
la rugiada del filo d'erba
la poesia del sentiero
la canzone del vento

portami ancora la punta del muso
fra le mani come un regalo
e chiedimi in silenzio
le carezze che fanno bene
più a me che le dono

accompagnami ancora nel passo lento
con l'attenzione di chi sa amare
con antica amicizia e felicità
respirando la vita che procede

non c' è il guinzaglio fra noi due
ma un legame che sembra magia

 

l'autore nicoletta spina ha riportato queste note sull'opera

Dedicata al mio amico a quattro zampe che pur avendo 13 anni e mezzo ed essendo un po malato è ancora accanto a me


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 21/09/2014 10:48
    Bellissima poesia per un cane meraviglioso... ha ragione Vincenzo, PR ha bisogno di poesie come questa tua. Avevo temuto per Aramis vedendo il titolo, e invece no, è ancora fra noi ad annusare le mani della sua padrona per riceverne carezze... versi molto belli e chi ama i cani come me non può che apprezzare ed applaudire. Ciaociao... una grattatina di pancia ad Aramis e un abbraccio a te, dolce Nico.

10 commenti:

  • nicoletta spina il 01/09/2015 21:16
    Grazie infinite Giuseppe G. per le belle parole!!
  • giuseppe gianpaolo casarini il 01/09/2015 16:21
    Dolce e delicata.. piena di sentimenti.. accorata..
    al fedel amico d'amor un inno

    ggc
  • nicoletta spina il 25/09/2014 08:13
    Grazie Augusto per il tuo bel commento ricco di sensibilità ed empatia.
  • augusto villa il 24/09/2014 15:12
    Oltre ad essere commovente... la trovo intensa e ben scritta...
    Magari preferirebbe un bell'osso... ma questa poesia è un bellissimo regalo!!! Quelle carezze che fan più bene a te che a lui... Quanto è vera!!!
  • anna marinelli il 21/09/2014 20:39
    Un bellissimo testo, Brava.
  • nicoletta spina il 21/09/2014 13:54
    Grazie infinite a tutti per i vostri bellissimi commenti :
    Ugo : sei maestro nella poesia ed anche nel commento, colmo di affetto e saggezza.
    Donato : hai colto in pieno il nocciolo del mio scritto.
    eurofederico : vedo che conosci il mondo dei cani, la loro sensibilità e affetto.
    Vincenzo : vengo poco qui e colgo il tuo invito con grande piacere.
    Giacomo : per fortuna non è come hai temuto, e per fortuna anche tu sei ancora qui nel sito. Un abbraccio a sei zampe da me e Aramis
  • Vincenzo Capitanucci il 21/09/2014 01:17
    Meravigliosa Nico... speravo che Tu la mettessi qui su Pr.. mai come in questo momento il sito ha bisgno dei suoi migliori Autori... Aramis.. non contiene forse la parola Amis (Amici)...
  • eurofederico il 20/09/2014 17:47
    meravigliosa! chi ha avuto un cane sa cosa vuol dire il suo sguardo, i suoi occhi che parlano e quanto un cane ti da' senza nulla chiedere! meravigliosa!!!
  • Donato Caione il 20/09/2014 17:09
    Eccezionale il fiuto dei cani e il loro attaccamento al proprio padrone che non finiscono mai di amare fino alla fine. Un bel testo all'amico a quattro zampe.
  • Ugo Mastrogiovanni il 20/09/2014 16:42
    Tra gli amori essenziali della sua vita, Nicoletta ha quello per il suo cane Aramis e gli dedica un tenero testo poetico -quasi al cane piacesse, come al suo omonimo moschettiere, comporre spesso poesie!- Questa, dallo schema semplice ma efficace, andrebbe premiata già solamente per il verso "andiamo ancora a fiutare il mondo", ma lo è per il delicato e umano rapporto che l'autrice dimostra per il suo compagno di passeggiate. L'andamento del componimento è tutto tenerezza, calore e bene e anche un inno di speranza e di forte augurio per il futuro di questo amatissimo cane.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0