PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Le Rose inquiete degli Umidificatori

Sono anime ingorde
mai in quiete

non toccatele potreste ustionarvi della loro insaziabile febbre
contagiandovi di deserti per tutto il corpo

la loro forza è prurito e sabbia di smisurata passione

essendo sempre in pena per le sorti del mondo
non troveranno mai un posto a sedere in luce di paradiso

le troverai sempre in piedi
sul ciglio del baratro
pronte a umidificare con le loro vaporose lingue le terrose diseredate fiamme infernali

 

3
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 21/09/2014 10:01
    Le rose anche loro vittime della fercia umana... pur con le loro ramificazioni spinose... troppo poco per potersi difendere... Autorevole verseggio...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0