PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Begijnhof

Ecco il pensiero
specchio di un Dio minore
torna a parlarmi di carità
e preghiere che accarezzano
il legno del Begijnhof
lavorato con cura sotto l'ombra
maestosa di uno zelo che sa andare
oltre l'amicizia

in cerca di pace obbediente
e di sincerità.
Non si può impedire
che il mondo sia così
ma possiamo essere luminosi
non accontentarci di spiccioli

e meritiamo di più.
Nel fondo di molte parole
c'è il canto e un abbraccio intenso
o il mite sentire
di cose di cui siamo capaci
Inginocchiati i sogni semplici
penetrano le minuscole case
della nostra mente.

 

3
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 22/09/2014 10:18
    Una grandiosa poesia pregna di amorevoli versi... c'è il canto e un abbraccio intenso... FANTASTICA - SERENA SETTIMANA ROBERTO

2 commenti:

  • karen tognini il 24/09/2014 18:57
    Bellissima... ricordi di anni fa... in cerca di pace obbediente
    e di sincerità.
    Non si può impedire
    che il mondo sia così
    ma possiamo essere luminosi
    non accontentarci di spiccioli
  • Vincenzo Capitanucci il 22/09/2014 16:51
    Visitando Begijnhof... che mi fa pensare come suono.. ad un cortile o ad una stazione d'inizio...
    ho pensato.. perché non riusciamo ad essere più luminosi.. forse dovremmo inginocchiarci per aprire meglio le porte della mente a sogni più semplici.. ed ad azioni più carita-te-voli...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0