PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Saltando su un tappeto di gomma

mi ero illuso tu fossi contenta di parlarmi
mi ero illuso tu volessi coccolarmi
mi ero illuso di aver trovato finalmente la strada dritta

invece no,
volevi solo allontanarmi da te,
nascondendo l'arma dentro un fazzoletto
colpendomi mentre ti asciugavi una lacrima di nostalgia
parlandomi di un amore vecchio
rompendo la mia illusione di un tuo amore nuovo

perchè me lo hai detto?
non hai pensato che ne avrei sofferto?

se non ci hai pensato:
è stata ingenuità.
ma se ci hai pensato:
è stato per evitare di farmi soffrire poi di più
o un insensibile soluzione d'allontanamento?

quest' ultima sarebbe la peggiore
per la mia visione
ma la migliore
come soluzione,
perderei totale stima di te,
smettere di essere attratto da te
e non potrei scrivere sulla tua bellezza
perchè non ci sarebbe più.

Invece no,
resto nel dubbio.
di nuovo pronto a saltare.
Sapendo che ogni volta che vado sù
rotta l'illusione tornerò violentemente giù.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Aniello Nello De Vivo il 09/10/2007 21:25
    come sempre ringrazio tutti voi per i commenti, danno più senso a quello che scrivo.
  • LAURA B. il 02/10/2007 22:52
    La poesia descrive una sorta di limbo, in cui uno dei due vorrebbe lasciare senza mai riuscirci, e l'altro pur vedendo la reltà, non smette di sperare.
  • roberto mestrone il 02/10/2007 10:04
    Tormento di un cuore per un amore che alterna momenti di gioia ad attimi di tristezza... complice il dubbio.
    Bravo Nello!
    Ro
  • Aniello Nello De Vivo il 30/09/2007 04:28
    La poesia non descrive la fine di una storia ma l'illusione dell'inizio di un amore, in particolare il lungo e seviziante altalenare di sentimenti che ci può essere nell'attesa di una risposta celata dal silenzio. Ogni segno positivo è uno spruzzo di gioia verso l'alto, ogni segno negativo che segue, una pesante tristezza che ti spingeva verso il basso. La forza del salto è sempre più forte, ogni volta rifornita da una nuova illusione che si va a sommare a quella della velocità di caduta della delusione precedente.
    Alla fine la risposta risulta negativa è ti schiaccia pesantemente a terra, ma può essere celata da un dubbio, e le illusioni ti possono far ricominciare a saltare.
  • laura cuppone il 30/09/2007 02:26
    Questa riflessione, il tirare le sommme su una storia finita, è naturale e legittimo..
    fore la vera ragione non la saprai mai... forse un giorno, si!!
    ma ciò che conta lo dici alla fine... torni a "saltare"... questo è importante... mai smettere di sperare e sognare...
    ciao L
  • sara rota il 28/09/2007 11:16
    Particolare... un salto per raggiungere la "gloria" pur sapendo che prima o poi dovrai tornare giù.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0