accedi   |   crea nuovo account

Tu, mia luce

Quest'inerzia mi sfiacca
logorandomi senza tregua:
degna figlia di apatica esistenza.

Oltre al vuoto le voci
increspate appena dal vento,
porto dentro sintomo di tormento.

È silente tempesta
quella che naufrago mi rende
e in quel buio orizzonte... Tu, mia luce.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 23/09/2014 09:32
    Un profondo e sofferto verseggio... che ricerca ardentemente la luce che rischiari l'incerto cammino... SERENA GIORNATA MARINELLA

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0