PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Perché il cielo si fa più oscuro Maria?

Poiché poggio la mia testa
sul morbido cuscino la sera
con una lacrima in fondo al cuore.

Poiché mi pongo
tanti quesiti nella mente
senza una risposta giusta.

Poiché la musica
nella macchina di Alberto
si fa più incessante.

Nella notte che si avvicina
sento i pipistrelli che
cantano la loro melodia triste.

Nella mia stanza
che si riempie di fumo,
la musica è sottotono
tutto è terribilmente triste.

Poiché il cielo
è pieno di stelle,
le nuvole si avvicinano
con dolcezza raffinata.

Nel vortice dei colori
che si avvicendano nella mente
che gira,
trottolina nella cassa cranica.

Poiché tutto si arricchisce di delusione.

Poiché la poesia non mi basta.

Perché Maria il cielo si fa più oscuro?


7/10/1979

 

l'autore silvia leuzzi ha riportato queste note sull'opera

Dedicata ad una mia cara amica di: infanzia, adolescenza, maturità e... speriamo vecchiaia


3
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 24/09/2014 14:47
    bello questo tono confidenziale... la rende più intima e "speciale"... brava!
  • Rocco Michele LETTINI il 24/09/2014 07:55
    Tanti perchè che non tornano risposte fan sì perdere il sereno e tutto si oscura... ACUTO VERSEGGIO SILVIA...

4 commenti:

  • silvia leuzzi il 24/09/2014 21:29
    Grazie Fabio e grazie Fri, queste poesie sono il frutto acerbo di un pensiero che si è arricchito e impoverito. Sicuramente quella ragazza con la testa piena di strambe idee è stata iscatolata, come una sardina nella grande confezione, quella che occhieggia da un grigio scaffale di supermercato. Per fortuna che dentro abbiamo un vecchio canto, un motivo che ci distrae di tanto in tanto. Ciao cari amici
  • Fabio Magris il 24/09/2014 10:57
    Fai bene a presentare queste poesie "antiche". Hanno un sapore tutto loro particolare e... sono genuine al cento per cento...
  • silvia leuzzi il 24/09/2014 08:11
    Alessio hai perfettamente ragione è un lavoro di gioventù. Ultimamente quando ho tempo spulcio le vecchie cose è un po' come guardarsi. questo mi aiuta a capire meglio i giovani e le loro angosce che a volte mi sembrano puerili ma che fanno parte della formazione di un essere umano
  • oissela il 24/09/2014 05:55
    Il cielo si fa più scuro perché da giovani dobbiamo cercare da soli
    la giusta via dell'esistenza. Lavoro bello, perché non filtrato dall'esperienza linguistica dell'età. Ben vengano, allora, la cassa cranica e la triste melodia dei pipistrelli.
    Ciao.
    Oissela

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0