accedi   |   crea nuovo account

Resurrezione

Salisti flagellato sulla croce,
guardasti da lassù gli uomini grami,
che ti han dato dolore tanto atroce.
Chiedesti a Dio perdono per gli infami.

Scendesti nella notte risorgendo;
la Madre ti piangeva come morto,
gli amici tuoi delusi, rinnegando,
seppero presto ch'eri già Risorto.

Scesero su di loro le fiammelle;
lo Spirito di Dio li trasformò.
Parlaron nuove lingue, con favelle
sconosciute, ed il cuore s'infiammò.

Amici che incontrarono per via,
si radunaron tutti nel cenacolo,
coloro che credettero a Maria;
lo cercarono poi nel tabernacolo.

Salisti verso il Cielo Tuo glorioso,
tra gli angeli con canti melodiosi;
nella fulgente luce maestoso,
guardasti giù con gli occhi tuoi pietosi.

Ora noi ti preghiamo buon Gesù;
a Te aneliamo pieni di bisogni.
Sappiamo che ci guardi da lassù,
e vieni ad appagare i nostri sogni.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 28/09/2014 10:56
    Un cantico di fede e di speranza, ogni quartina ha la sua profondità e bellezza.

3 commenti:

  • Anonimo il 28/09/2014 19:54
    Lirica intensa nei messaggi e profonda nell'emblematico contenuto.
  • Verbena il 28/09/2014 11:09
    Grazie per la vostra attenzione.
  • Ellebi il 27/09/2014 23:34
    Ineccepibile composizione, complimenti ealuti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0