username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

È la il Sogno

Di là del muro a secco
Il Paradiso irraggiungibile
Le sue mele proibite
Sorridono le donne al sole
Gli acini d'uva di zibibbo
Ed i frutti di fichidindia
Con le loro bucce spinose
Da addentare; dolce sapore
Gli occhi frugano tra le fajie
Alla ricerca di un vuoto
Dove poggiare i piedi
Il sogno di scavalcare il muro
E raccogliere fichi con bucce sciardate.
Con mani veloci e lattose;
Paradiso che stringi tra le mani
Congiunte in dolci preghiere
Stringono la ciotola con pancotto

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 30/09/2014 11:22
    Trovare la felicità nei gesti quotidiani e nella bellezza della natura : essenza vera della vita. Lirica molto bella!
  • Rocco Michele LETTINI il 29/09/2014 19:28
    Un sogno di dolcezza Salvatore... Una sequela piacevole per lo stile poetico...

2 commenti:

  • salvatore maurici il 02/01/2015 20:50
    Grazie amici Arcangelo, Michele, Chira buon anno.
  • Chira il 07/10/2014 09:04
    La felicità è nella semplicità d'amore verso la tua terra che doni ti dà... Splendida, Salvatore! Fino a quando si raccoglie con animo sereno e " mani veloci e lattose i fichi con bucce sciardate ", è là il sogno intatto.
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0