username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sete di eternità

Amava
e questo bastò

a tracciare sulle nudità del suo corpo
fontane
e
sentieri di eternità

in questa luce di bellezza assoluta
conobbi

il suo lento aprirsi
ai raggi del sole

e
da quel giorno
non le permisi più
di dimenticare la sete dei miei occhi

 

5
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 03/10/2014 18:57
    Un poetar di alto livello, e a tutti gli effetti.
  • francesco contardi il 03/10/2014 16:40
    chiusa bellissima! ti basterà un solo mio sguardo, un piccolo accenno e capirai cosa provo davvero per te! bravo Vincenzo!!!
  • Antonino R. Giuffrè il 03/10/2014 10:30
    ... questa sete d'amore mi ricorda molto Neruda... del resto entrambi avete avuto il dono della poesia...
    Un abbraccio.
  • Rocco Michele LETTINI il 03/10/2014 05:51
    Sete di calore Vincè... che "altro animo" continua a negarci... e non resta che fermarsi sul nostro sguardo... per capire... per cambiare... per sorridere... SERENA GIORNATA

2 commenti:

  • Anonimo il 04/10/2014 11:46
    Bravo Vincenzo, lo sguardo può essere fulminante di odio, ma tu lo descrivi così bene che sicuramente l'amata tua si disseta guardandoti!
    Molto bella, tanto mi piace.
  • karen tognini il 03/10/2014 08:22
    stupenda Vincenzo... calore e luce in versi magici...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0