username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La maschera

Pugnala la tua vita - non esitare, a berne
il sangue caldo e resinoso - trapassala,
se l'amore non hai vissuto che nel sogno
e la notte, dove intrecciavi corone di spine,
non hai veduto che nel giorno: la tua vita,
uccidila, così inutile e così fragile - non
pensarci ancora - nell'ombra, trafugata
da incubi e teste di medusa - irremeabile.
È stata, la tua vita, una corsa folle verso
il nulla - il treno che sfrecciava, l'alba
perduta prima che la si vedesse splendere
- almeno per una volta. Gli occhi, umidi,
non aprirli più. Già da tempo ha smesso
di ridere la maschera bianca del tuo volto.

 

3
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 07/10/2014 13:44
    una poesia che precipita verticalmente verso un finale, se non a sorpresa, di sicuro effetto! Bravo Nino mi è piaciuta assai!
  • Verbena il 03/10/2014 23:05
    Anelito di vita che non trova il raggio di sole tra il dubbio e la realtà. Sguardo limpido e fosco ad un tempo che turba il lettore.
  • Rocco Michele LETTINI il 03/10/2014 14:32
    Un poeta che sa costrurre versi per trasmettere acuti da poter indirizzare l'uomo a dover capire "il ciò che disturba"...
    Straordinario, come sempre, Antonino...
  • roberto caterina il 03/10/2014 13:22
    Dalle ombreggiature gotiche questa tua maschera ha nel ritmo qualcosa di Gongora che la rende preziosa e non sgradevole.

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 03/10/2014 11:43
    Splendide immgini Anto.. che sfrecciano e corrono pugnalandosi a vicenda.. come la folle corsa di un treno.. carico di passeggeri pietrificati e bianchi di volto per aver visto la loro vita finire nel nulla..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0