accedi   |   crea nuovo account

Tiepida imperfezione

Ci sono delle pause nel narcisismo
spiagge rosa dove è nata l'idea
di Venere
in una di queste ti ho conosciuta
ho raccolto con delicatezza
il suono incauto e vago
del desiderio
l'ho legato al tuo profumo
e così è apparsa la mia follia

pensiero non vile
che conosce il cammino
da tiepida imperfezione
ad ardente ardore
da prima luce
a nobil pietra
che porta il colore del fuoco
e della tua voce.

 

4
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giulia Gabbia il 05/10/2014 16:27
    l'ho legato al tuo profumo
    e così è apparsa la mia follia.. una follia che solo bravi scrittori possono avere.. molto bella
  • Rocco Michele LETTINI il 03/10/2014 14:44
    Un pensiero non vile
    che sa del cammino
    d'ardente ardore
    d'una nobil pietra:
    della tua voce.

    Stupendamente hai saputo descrivere il silenzio d'una donna e il suo seminar sofferenze.

1 commenti:

  • karen tognini il 04/10/2014 15:00
    Bellissima Roberto... romantica.. si respira nei tuoi versi
    amore e dolcezza...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0