username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'amarsi

L'amarsi
è tenere intrigo,
impazientemente avvicinarsi.

L'amarsi
è appuntamento dei cuori,
affabile pulsare

L'amarsi
è alla fine raggiungersi,
animosamente capirsi.

L'amarsi
è avvinghiarsi a Lui,
porgergli passione.

L'amarsi
è fame di Lei,
attraente appetito.

L'amarsi
è il cibo l'uno dell'altra,
deliziarsi è voglioso nutrimento.

 

4
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

8 commenti:

  • karen tognini il 04/10/2014 14:58
    Caro Francesco.. cosa dirti?... sai come la penso!
    a me piace... piacciono tutte le tue...
    L'innamoramento rende leggero il cuore e le parole volano leggiadre...
  • Vincenzo Capitanucci il 04/10/2014 04:00
    Amarci è un cibo delizioso.. e voglioso nutrimento.. non mi è dispiaciuta ma è sicuro che hai scritto di meglio Francesco...

    in quanto a me potrei dirmi.. a parte quache rara eccezione.."guarda che stupidaggine ho scritto ieri!" .. ma quelle stupidaggini subito dimenicate... servono e come... dietro ad ogni opera c'è un miracolo di lavoro... a meno che il tuo nome non sia A-me-deo...
  • eleonora il 03/10/2014 20:51
    Mi piace il tuo "sentire"...
  • francesco contardi il 03/10/2014 19:46
    caro Colosio forse lo leggerò, ma nn te lo assicuro. Per il semplice fatto che voglio andare avanti per la mia strada, con i miei errori. Dal momento che pubblico mi và bene un giudizio negativo, anzi più che bene. E, forse, a 50 anni dirò: "guarda che stupidaggine ho scritto a 32 anni!" e la stralcio. Oppure non la stralcio perché dirò: "certo non è il max questa poesia, ma in quel momento la testa e il cuore mi dicevano quelle parole!" x quanto riguarda i racconti, sono sincero, ne leggo pochi. Sono lunghi, non ho tanto tempo
  • Anonimo il 03/10/2014 19:26
    ah... il brano sarà nella sezione prosa... esiste anche quella sul sito... hai letto ancora qualche racconto o leggi solo poesie?
  • Anonimo il 03/10/2014 19:24
    Mi piace il tuo atteggiamento, francesco... e allora visto che sei uno che accetta le critiche ti dico: forse non te ne rendi conto ma la chiusa è anche peggio del leone nella foresta... leggi un po' e medita:
    L'amarsi
    è il cibo l'uno dell'altra,
    deliziarsi è voglioso nutrimento... questa più che da baci Perugina sembra la pubblicità di un prodotto alimentare, che so io spaghetti o mozzarella... ahahahah... vabbè, ma ripeto alla tua età anche le mie piacevano a me... il problema è che almeno io non le pubblicavo... le ho fatte decantare quarantanni e le ho cestinate... holahola.
    P. S. hai richiesto commenti per questa poesia, non per alcuni tuoi scritti in generale... io sono andato su aggiornamenti ed ho visto la tua richiesta per due opere... una l'ho cliccata ed era questa... per la precisione. holahola.
    Altra questio... io e te non ci conosciamo, giusto?... non abbiamo avuto discussioni o altre menate... ancora giusto?... per quale motivo allora ti direi che questa poesia non va?... che interessi ho?... nessuno, credimi, solo che quando uno mi dice: cosa ne pensi, raramente gli dico il contrarrio di quello che penso veramente, sarebbe ingiusto. O no?
    Ora se io che ho una lunga vita alle spalle ti dico che questa è una delle tue peggiori, fidati... poi ci sta che mi sbagli io, ci sta tutto nella vita, quindi tu vai diritto per la tua strada, la convinzione è quel che conta.
    Però per farti capire che non c'è niente di personale, domani posto quel brano che ho postato su altro sito nel quale mi autoboccio pubblicando poesie mie... poi fammi sapere cosa ne pensi... così capirai che io sono il primo censore di me stesso... il brano avrà per titolo: " Come non si scrivono poesie d'amore "... vado or ora a postarlo... però leggilo, altrimenti lo cancello... io lo pubblico solo per te... holahola, buona serata.
  • francesco contardi il 03/10/2014 19:10
    Si ho fatto "richieste di commenti" per alcuni miei scritti Colosio! Ti ringrazio perché vedo che hai commentato, eccome! a me va bene qualsiasi commento, posit o negat! per quanto riguarda questa poesia si è un verseggiare molto semplice, perché ho letto delle poesie di una scrittrice come noi che usa metafore e versi molto semplici sull'amore. volevo trasmettere la stessa cosa, evidentemente con te non ci sono riuscito però non mi sembra ai livelli di "... nel tuo cuore sia come quello del leone nella foresta." ohi, poi magari Perugina legge e mi chiede i diritti per i versi e facciamo a metà!!! scherzo!!! grazie ancora, ne faccio tesoro per la prox ciaooooooo
  • Anonimo il 03/10/2014 18:53
    Hai chiesto un commento per questa poesia... bene, immagino quindi sarai pronto ad accettare la verità, o no?... ecco, è una poesia che anch'io scrivevo in quel modo alla tua età, forse ero più giovane di una decina d'anni ma insomma il succo è che quelle poesie io le ho distrutte... versi alla Baci Perugina, tipo amarsi è appuntamento dei cuori... hai pubblicato di meglio, francesco.
    ma ci sta pure che mi sbagli io... su un sito ho pubblicato un brano nel quale dicevo: come non si devono scrivere poesie d'amnore, e dopo una breve prefazione ho pubblicato una decina di poesie alla baci perugina... anzi, credo che qualche verso lo copiai da Dannunzio, altri da frasi dei Baci proprio... vabbè, qualche autrice mi commentò positivamente... ecco qualche esempio...

    A Manuela

    Cosa vorrei da te?
    Non la rosa delle rose
    e nemmeno i petali
    delle tue calde labbra
    ma solo un posto
    che nel tuo cuore sia
    come quello del leone
    nella foresta.

    Mi sono innamorato...

    Mi sono innamorato
    perso nei tuoi occhi
    chiuso fra le labbra
    della tua gioiosa bocca
    attratto come ape
    nello zucchero del piacere
    che sogno, giorno e notte
    di avere dai tuoi baci.

    Per i tuoi occhi verdi...

    Per i tuoi occhi verdi
    vorrei scrivere
    cento sonetti d'amore
    e per le tue labbra
    poggiate sulle mie
    - petali di fiore
    sull'acqua cheta del fiume-
    canzoni e romanze
    musiche e parole.

    Per la luce dei tuoi occhi
    e il candore della tua gola
    per le braccia e le mani
    per le tue intimità segrete
    vorrei dedicare al mio io
    sogni da mille e una notte
    pensieri vaganti nel cielo
    lacrime di gioia terrena.

    ... e via di seguito... io queste poesie mie giovanili le contesto a me stesso, se a te piacciono allora potrà piacerti pure la tua, a me no perché se non mi piacciono nemmeno quelle che ho scritto io capisci bene che... holahola, senza acrimonia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0