PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Vendemmia

Son rimasti solo sarmenti
E viali di viti spoglie
Deciso l'odor nei palmenti
D'uva vinosa e fradicie foglie.
Per strada un frizzar di profumi
D'erba tagliata e di mosto
Dai tini antichi di rovere, fumi
Insieme a braci ed arrosto.
Sottile la nebbia a velar le colline
Scarne sbiadite dal timido sole
Pollai gremiti di vocianti galline
Il giorno si chiude al canto d'allodole.

 

1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 08/10/2014 13:08
    Eh quanto rammento l'atmosfera da te decantata... Una festa in famiglia che non mi ritorna... Apprezati versi.
  • bartleby il 08/10/2014 12:19
    bella questa poesia, novenari con rima alternata. bello il verso "... le colline/ scarne, sbiadite..."

1 commenti:

  • Anonimo il 08/10/2014 12:14
    Mi sono rivisto giovinetto che andavo a vendemmiare dai nonni... bella descrizione, piaciuta. holahola

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0