PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Inverno

La neve s'addormenta fiocco a fiocco
sui salici luminosi, sulla menta
seccata sui balconi, a filastrocca
scende allampanata, mi rimbrotta
vecchia amica che ritorna,
la sottana di seta arrotolata,
i riccioli sottili sollevati
dal vento che infuria nella notte.

Sarà la noia, forse l'incuria
a farmi scendere nelle cripte,
immaginando terre desolate,
scivolando sui semi dell'anguria.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 11/10/2014 05:36
    Un inverno tormentato ne lo scorrere vitale. L'inverno di chi è perseguitato dall'infuriare umano. Riflessiva la strofa di chiusa.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0