accedi   |   crea nuovo account

Prima... visione

Il cuore pulsa
celere... mero attrarre.
Prima emozione.

L'animo schiude
tenero... fiero ardore.
Prima impressione.

La mente sogna
nobil... leggiadro amore.
Prima esplosione.

 

4
4 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Francesco Andrea Maiello il 11/10/2014 12:04
    Bellissimo tris... di donne per fortuna senza la donna nera di picche!
  • Nicola Lo Conte il 11/10/2014 08:50
    Bellissima progressione verso ogni forma di amore...
  • Don Pompeo Mongiello il 11/10/2014 08:28
    Un primis fantastico direi! Bravissimo.
  • Anonimo il 11/10/2014 07:43
    Mi fa venire in mente lo spot televisivo in cui ciò che è amore si intensifica per gradi di vera passione. La tua poesia è un connubio felice di sentimenti e sensazioni.
  • loretta margherita citarei il 11/10/2014 06:18
    LE DOLCI FASI DELL'INNAMORAMENTO, PIACIUTA ROCCO

4 commenti:

  • Francesca Borrelli il 23/10/2014 09:56
    Mi pare di vedere un uomo con lo sguardo innamorato di un ragazzino... molto bella
  • Vincenzo Capitanucci il 12/10/2014 06:34
    La Quarta Donna di Picche è la chiave di tutto...
    Hermann è un giovane ufficiale del Genio dalla personalità apparentemente razionale e dalla condotta irreprensibile. Pur essendo estremamente attratto dal gioco d'azzardo, non osa praticarlo, nella convinzione di non poter sacrificare l'indispensabile per procacciarsi il superfluo. La sua lucidità viene però sconvolta dal racconto del suo commilitone Tomskij: questi riferisce un aneddoto riguardante il passato di sua nonna, una nobildonna ormai decrepita, un tempo giocatrice appassionata. Secondo il racconto di Tomskij la donna sarebbe in possesso del segreto per vincere al gioco, che custodisce gelosamente. La storia della vecchia contessa impressiona profondamente Hermann, che da quel momento sarà ossessionato dal desiderio di conoscere la sua misteriosa cabala. Seducendone la giovane dama di compagnia, riesce ad introdursi nella stanza della contessa, e la implora di svelargli il suo segreto. Terribilmente spaventata, la contessa muore sul colpo, lasciando Hermann senza risposta e in preda all'ossessione. Dopo aver assistito al funerale dell'anziana donna, Hermann rincasa e cade in un sonno profondo, dal quale si sveglia bruscamente. Un rumore gli annuncia l'ingresso di qualcuno, che si rivela essere il fantasma della contessa, la quale promette ad Hermann di farlo vincere al gioco grazie a tre carte: il tre, il sette e l'asso. In cambio della rivelazione, il fantasma della contessa chiede a Hermann di sposarne la ormai ex dama di compagnia. Il miraggio della ricchezza eccita la sensibilità del giovane ufficiale, le tre carte diventano per lui un pensiero fisso e dominante. Quando Hermann ha finalmente occasione di giocare, le parole della contessa sembrano rivelarsi profetiche: il tre lo fa vincere e così il sette, ma per terza carta, invece dell'asso vincente, Hermann si ritrova una donna di picche nella quale crede di riconoscere il volto beffardo della contessa. La delusione porta Hermann alla follia.
    La Dama di Picche.. Puskin
  • silvana capelli il 11/10/2014 12:14
    Dio s'innamorò dell'uomo, con l'animo fiero colmo di tenerezza, per sognare nobilmente e intelligentemente.
    molto bella!
  • Vincenzo Capitanucci il 11/10/2014 07:08
    Tre spendidi Haiku.. Michele.. una prima Visione... prima dell'esplosione... nacque così l'universo.. da una emozione divina che portò al Big Bang..? manca un quarto Haiku a completare l'Opera.. la seconda esplosione.. per rendere realtà il sogno..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0