accedi   |   crea nuovo account

Poesia è

Poesia
è un rincorrersi di libere parole tenute per mano da un filo di luce

Ti portano dove non sai
e
dove ancora non sei

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

o a Xinduquiao ... Nicola.. dove si costruiscono.. nuovi monasteri.. vietati ai turisti con pochi monaci e tantissimi militari cinesi... è la morte del Tibet e di tutti noi... un abbraccio a tutti..


6
9 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 12/10/2014 14:25
    Ammirevole e commovente la n. d. a., fantastica e pregevole la poesia.
  • Emiliano Francesconi il 12/10/2014 13:05
    A colte quezto filo di luce ti conduce in cose che in quel momento neanxhe avevi in mente, neanche volevi rappresentare!!!!!! Potrei quasi affermare che la poesia non siamo noi a scriverla ma si scrive da se!!!! in saluto vince'!!!
  • Rocco Michele LETTINI il 12/10/2014 08:55
    Un universo diverso in uno spazio infinito... ov'e' solo gioia. Un piccolo_grande componimento Vince'. Felice Domenica.
  • francesco contardi il 12/10/2014 07:54
    ... e stà a noi che amiamo la poesia che questo filo di luce non si spezzi mai!
  • Anonimo il 12/10/2014 06:43
    È proprio così... e il filo di luce è l'ispirazione. Poi questa luce si espande e si riflette in modo diverso in ciascuno di noi... buona domenica. Ciaociao

9 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 12/10/2014 16:37
    Dove non sai e dove non sei.. Dove non sai ancora di esistere e dove non sei mai stato capace di arrivare!
    Bella frase. I miei complimenti.
  • roberto caterina il 12/10/2014 14:54
    sì, così spesso le poesie fanno...
  • Ada Piras il 12/10/2014 13:38
    Di prigioni è pieno il mondo ma la poesia non finirà mai perchè proprio come dici tu lei sa andare dove nessuno è mai stato.
  • Domiziana Gigliotti il 12/10/2014 13:31
    Non è detto che il filo "conduttore" sia sempre luminoso, perché accade anche l'esatto contrario. La poesia, parole che si tengono per mano, è sempre bella nella sua libera interpretazione. Buon pomeriggio.
  • Marianna il 12/10/2014 09:50
    Pensiero emozionante
  • karen tognini il 12/10/2014 09:29
    Poesia sei tu e il tuo esser Poeta!... la tua sensibilità verso tutte le situazioni ingiuste create da questa umanità
  • Nicola Saracino il 12/10/2014 08:51
    ... e mi porta a Genova, dove il dolore della gente è dovuto a un pugno di giudici amministrativi che si grattano le pal... pebre.
  • Nicola Saracino il 12/10/2014 08:47
    Caro Vincenzo, la poesia mi porta a Kobane, dove si combatte per la libertà nell'indifferenza di un Occidente senza più poesia, che prova a mitizzare il matrimonio di un attore. Mi porta lì a cavallo del dolore e della rabbia.
  • loretta margherita citarei il 12/10/2014 07:34
    bel pensiero, mitico cap

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0