PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Fiori a Novembre

Entrando in questi giorni al cimitero,
ai piedi d'una ancor verde collina,
d'ognuno il malinconico pensiero,
ritorna al prima, dietro la cortina.

Tra fiori variopinti, sempre un cero,
la cui fievole fiamma piccolina,
in alto eleva ardente cuor sincero,
che prega per la vita ogni mattina.

Su l'anime dormienti, numerose
effigi degli amori già perduti.
Del mio giardino, nuove, belle rose.

Nel mese di Novembre son preziose;
colori delicati, un po' sparuti;
come le tele antiche assai famose.

Gladioli, crisantemi, ciclamini,
son posti sulle pietre ad adornare,
formando tanti piccoli giardini.

Raccolti; del motivo fan scordare:
corolle colorate san spiegare
le lacrime brucianti.

 

1
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 15/10/2014 07:19
    TANTI PICCOLI GIARDINI... PER VIVER NEL CUORE L'IMMUTATO AFFETTO...
    IL MIO ELOGIO VER... FELICE GIORNATA

4 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 15/10/2014 21:28
    "Entrando in questi giorni al cimitero,
    ai piedi d'una ancor verde collina,
    d'ognuno il malinconico pensiero,
    ritorna al prima, dietro la cortina..."
    Bella rievocazione... triste e pacata ma molto reale.
  • Verbena il 15/10/2014 20:57
    Vi ringrazio sempre cari amici.
  • bartleby il 15/10/2014 15:03
    molto delicata e musicale, piena di immagini preziose. complimenti.
  • giuseppe gianpaolo casarini il 15/10/2014 09:36
    Di delicato e amorevole afflato poetico questi versi per immagini e sentimenti
    brava!
    ggc

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0