accedi   |   crea nuovo account

Strano (Mia adolescenza)

Che strano
aver voglia di piangere
dopo averti vista sorridere
ed essere felice:
con gli occhi
grandi e belli
di una bambina!
Che strano,
piangere
per non essere riuscito
ad entrare
nella tua gioia eterea,
fatata,
come una fiaba antica!
Che strano l'aver stretto,
per la prima volta,
la tua mano,
e non essere riuscito
a sentirti mia!
Che strano...
vederti andare!

 

3
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 21/10/2014 17:27
    Sensibilità e delicatezza in una poesia par eccellence.
  • Rocco Michele LETTINI il 20/10/2014 06:17
    Che strano cibarsi... or ora... di sola nostalgia... E de la freschezza degli anni che più non tornano... solo rabbia.

6 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 21/10/2014 20:44
    Cara Verbena..."Molto dolce, molto bella"...è ciò che hai dentro di te...
  • Nicola Lo Conte il 21/10/2014 20:36
    Grazie, caro Don, sono lieto che ti sia piaciuta...
  • Verbena il 20/10/2014 22:25
    Molto dolce, molto bella.
  • Nicola Lo Conte il 20/10/2014 20:49
    Ciao, Vince, hai ragione... entrare nella gioia di che amiamo e farla diventare la stessa cosa è ben difficile... e può somigliare ad un sogno... ma vale sempre la pena tentare...
  • Nicola Lo Conte il 20/10/2014 20:47
    Ciao, Rocco, non rabbia, ma solo consapevolezza che tutto ha un senso...
  • Vincenzo Capitanucci il 20/10/2014 08:22
    non essere riuscito ad entrare nella tua gioia eterea, fatata, come una fiaba antica.. è un sogno che abbiamo.. Nicola.. e non si realizza completa-mente quasi mai..
    ...
    che strano.. vederti andare...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0