accedi   |   crea nuovo account

E venne

E dopo tante venne lei,
intelligente come non mai,
e la sposai.
E venne Marco:
moretto, occhietti neri,
quasi perfetto;
ed ero padre.
E per secondo venne Luca,
bello, biondo, interessante;
e fui due volte padre.
E venne il brutto e venne il bello
e sopportai di tutto,
anche di quello di cui si muore.
E venne Davide:
capelli d’oro e occhi blu.
Poco passò ed ecco tu,
Ughino, birichino, assai carino.
Belli l’un l’altro, fragili, adorabili.
Così fui nonno.
E amai tutti, figli e nipoti, difetti e doti.
Non passò parecchio
e fui già vecchio.
E fui di troppo e fui di più,
ché non si porge orecchio al padre,
figli, unico scopo,
qualunque sia la sorte
in vita e morte
e dopo.
(2005)

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

25 commenti:

  • Vincenzo Scognamiglio il 26/05/2009 17:13
    molto bella.
  • lucia cecconello il 27/03/2008 09:42
    Molto bella. Ritratto di famiglia soddisfazione gioia ma anche rassegnazione...
  • Giuseppe De Paolis il 26/02/2008 11:37
    stupenda soprattutto la fine
  • andrea veneruso il 05/10/2007 18:09
    Bella, complimenti e grazie per il tuo apprezzamento un sorriso
    stellina
  • IGNAZIO AMICO il 04/10/2007 15:08
    In un'adorabile famiglia come la tua, non credo ci si
    possa sentire vecchi e di troppo. Stupenda poesia, Ugo, sentimenti espressi da
    vero poeta. Ciao.
  • marco moresco il 03/10/2007 16:48
    una vita e il suo scopo in poche righe intense ed emozionanti
  • Gabriella Salvatore il 03/10/2007 08:44
    vivere con pienezza, con amore dedizione e coraggio nelle avversità, bella lezione di vita, complimenti
  • Cinzia Gargiulo il 02/10/2007 21:52
    Bravo Ugo! Con semplicità hai dipinto un ritratto stupendo della tua famiglia... Non c'è dono più bello...
  • Giovanni... il 02/10/2007 21:34
    Bella!!! Semplice come la vita vissuta!!! amore e dolore scorrono come un torrente che attraversa la nostra vita………………..
  • Luciano Sansone il 30/09/2007 18:43
    Bella, ritmata, scorre veloce come la vita quando, arrivati alla nostra età (anche se ne hai 10 più di me), ci volgiamo indietro e la vediamo come un film. Passioni, errori, gioie, dolori di un passato e amarezza di un presente. Bravo Ugo, ti rileggerò volentieri.
  • zagor _ il 30/09/2007 10:20
    tre maschi! che bello
  • Anonimo il 29/09/2007 10:17
    Ciao Ugo, l'ultimo pezzo è quello che mi piace di più, perchè troppo vero, senza volerlo tutti si dimenticano chi siamo stati, togliendoci quella dignità guadagnata nel tempo, solo perchè vieni considerato un vecchio e non più persona ancora capace di dare. Ciao
  • roberto mestrone il 29/09/2007 10:06
    Stupendo ritratto familiare con pensieri d'intenso affetto...
    Finale con spunto filosofico intensissimo...
    Bravo Ugo!
    Ro
  • Riccardo Brumana il 29/09/2007 02:10
    bella poesia a tratti divertente. anche io avverto la vita che mi vola via alla velocità della luce, e perciò voglio godermela fino in fondo, a pensarci bene 80-90 anni "ad arrivarci" sono pochissimi per essere l'unica possibilità di vita in millenni d'eternità...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0