PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non c'è più

Non c'è più
il carnevale dei mari,
il gaudioso stornello delle nuvole,
la calda orchestra dei venti.

Non c'è più
il puro cristallino dei volti,
le carezze beate dei pensieri,
la freschezza tra le parole enunciate.

Non c'è più
un prato,
un fiore,
ne l'essenza e i suoi colori.

Non c'è più
un uomo,
ciò che deve
essere.

Non c'è più Amore.

 

0
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/10/2014 14:31
    Bellissima ma molto malinconica... bravissimo francesco!!!
  • Verbena il 25/10/2014 00:50
    Versi pieni di desolazione, parole che si posano sul nulla e lo descrivono in negativo. Molto malinconica poesia, quasi moto di disperazione. La chiusa è chiara. Bisogna saper vedere laggiù in fondo ad ogni via, il raggio di luce. Bella, complimenti

1 commenti:

  • francesco contardi il 29/10/2014 07:12
    A dire la verità Maurizio, ri-leggendola non mi piace molto... forse la ri-scrivo usando il plurale, cioè "non siamo più". Ci sarebbe molto più da scrivere... grazie Maurizio buona giornata!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0