username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mi ero innamorata di un Gay

Io che t'amavo!
Mi oltrepassava
Il tuo sguardo,
Non mi cercavi;
Ero con te,
Non mi vedevi;
Il cuore piangeva,
Non mi badavi,
Era ormai sera
E sapevi che
L'altra non c'era;
Feroce ferita
dell'anima scaltra
Luce fredda
Negli occhi di pietra.
Ti carpiva,
Ti rubava
La mano adunca;
A me distratto,
Te ne stavi
Seduto sulla panca.
Un lampo negli occhi
faceva sperare,
Forse mi vuole;
Pensavo, chissà!
T' allontanavi e
Si spegneva il sole;
Attento al mio dire,
Lasciavi parlare;
Forse capivi,
Forse m'amavi.
Sognavo? "Chissa"!
Dopo, era tardi:
Parole di sale,
Lacrime amare,
Riuscivi soltanto
A farmi morire.
Anche le briciole
Più non avevan
Sapore d'amore.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 27/10/2014 07:22
    Forse m'amavi.
    Sognavo? "Chissa"!
    Resta un amare... e tanta sincerità. Adorabile sequela. Serena settimana Ver.

2 commenti:

  • francesco contardi il 27/10/2014 08:46
    bella e contorta! brava!
  • eurofederico il 27/10/2014 06:13
    ... e forse anche lui era innamorato di te! ma questa non e' una scelta... per lo meno e' stato sincero!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0