PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Halloween

Sì il sole d'autunno
non perde il pensiero
degli amici assetati di colore.
Si pensa più di quanto non si pensi.
Sa rivolgersi ai sapienti
la mamma che prepara le amorevoli zucche
di Halloween
sa chiedere loro una solida idea
come fanno i poeti in certi momenti di sincerità

Arrivano gli stendardi
e il suono penetrante
dei flauti trattiene la memoria
da uno slancio spericolato.
Diverse forme
Diverse pienezze danno la gioia
di suoni attenti

E la banda sono degli occhi azzurri
che errano per strade
fiduciose
non essenziali
come feste che mutano ma non cessano
di essere probabili
in una piazza rispettosa
e aperta al canto.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 31/10/2014 09:41
    Un decanto per insegnare... Un decanto per capire attimi di contemporaneità... attimi mascherati... attimi non sinceri... SERENA GIORNATA ROBERTO

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 31/10/2014 08:54
    le amorevoli zucche dei poeti.. sono aperte al canto... ma non sempre son sincere... anche quando hanno bande di occhi azzurri..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0