accedi   |   crea nuovo account

Dove se non qui

L'altrove non scompare oltre dove
si fermano le mie emozioni

dove occhio inciampa
il sole sorregge oltre il sasso piatto

colora l'altrove senza speranza
una roccia immobile l'attesa

spalanco le braccia
lo sguardo caleidoscopio
e grido

muto nel tempo un dove
echeggia disperso

buoio e silenzio
dove l'altrove si inerpica

braccia e sorriso di donna
per me principe

ora sono io il re
dove se non qui

ove il cielo e' forato
e le stelle in palmo di mano

Buonanotte e sorrido
mi avvicino

Respiro di faggio
l'abete il colore

il piumino mi copre
respiro e m'addormo sereno

domani sarà
un altrove ma oro

so dove è il mio dove.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 31/10/2014 15:56
    L'hai sottinteso straordinariamente nel verso di chiusa... tanto oro colera' in un altrove... e eterno di gioia solo sara'

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 01/11/2014 04:10
    Incantevole Cesare.. il mio Altrove è qua.. lo sappiamo benissimo.. giace.. dorme... e ama... sotto il piumono...
    ...
    respira di faggio... e l'abete è il suo colore... (grandiose maschere di parole... è Halloween...)...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0