accedi   |   crea nuovo account

Alberi e nebbia

I rami questa mattina
sono di un pallore irreprensibile
come guance sbavate dalla noia

Le fantasie mia nebbia quotidiana
muovono millimetri
ad una quota che non è più
che un sussurro di terra.

Sorriso che non ti spogli
davanti ad uno sconosciuto,
sconosciuto per me devi rimanere
per essere fantasmagoria
di nebbia nell'assenza.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 01/11/2014 08:05
    Credo di considerare "la nebbia" come un baluardo impenetrabile in cui la presenza dei rami rafforza le ferite dell'anima. Interessante.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0