accedi   |   crea nuovo account

Realtà virtuale

Proiezione mentale del tuo io digitale
sinapsi antianimale
sguazzare allegramente nella realtà virtuale
sfuggire dall'incudine
dell'aspra solitudine,
sognare ed annegare
in un sogno non reale

Non essere per essere ciò che vorresti essere.

 

1
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/10/2015 08:13
    Un testo interessante, su cui ci sarebbe molto da dire, con riferimento all'argomento trattato. Per semplificare, l'abuso d'ogni cosa, sempre è nocivo e riguardo ad internet, parecchi sociologi ed esperti del campo, non sono riusciti a trovare un accordo comune sugli effetti che l'utilizzo di tale strumento sta avendo sui comportamenti reali dell'uomo. Trovo istruttiva la poesia, come forma di testimonianza della crisi, intesa come cambiamento, che già da decenni sta avvenendo nella società. I versi sono di presa immediata e s'avverte la forza di pensiero dell'autore che serve a dare il senso della convinzione dell'assunto. Fermo restando, a parere modesto, credo che la fantasia umana sia insostituibile nel mantenere viva l'anima, la mente ed il cuore, senza creare dipendenza elettronica in seguito ad un uso alquanto spropositato.

8 commenti:

  • Riccardo Brumana il 09/11/2007 12:21
    attento Antonio; i dejà vu sono un'imperfezione di matrix! Loro sono già sulle tue tracce!!!!
  • il 09/11/2007 09:26
    Partendo dal concetto spirituale che viviamo tutti in un immenso Matrix, cioè in un mondo illusorio dovuto all'errata educazione e xcezione dei nostri sensi sensibili, la realtà virtuale non è altro che una piccola parte...

    bella come se l'avessi già letta... prima di leggerla...
  • Umberto Briacco il 19/10/2007 00:39
    Alla realtà virtuale manca il prezzo del reale. Da cui un'emozione in saldo.
  • Luca Calabrese il 05/10/2007 19:03
    Io sguazzo allegramente per le strade della città sulla mia potente berlina blue... ciao...
  • Riccardo Brumana il 04/10/2007 22:36
    la realtà non è altro che la codifica di informazioni che giungono al nostro cervello.è poi il nostro cervello a classificare quelle sensazioni, oggetti, cose come reali. ma se mentre ti immedesimi in un personaggio di un film, o ancor di più in un personaggio di un mondo virtuale "videogioco per i profani" provi emozioni aurentiche e tangibili... non è forse corretto chiamare realtà anche quella? il problema è che decidere di non essere per essere chi vorresti è una droga che da assuefazione... e nei mondi virtuali per quanto reali manca l'ingrediente principale; la vita! essi sì son reali, ma morti... pur emozionando. bella Egon 10
  • augusto villa il 29/09/2007 21:17
    Vera!... fa riflettere... Bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0