PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Eternità di Poeta

Muoversi
infinitamente muovermi

muoversi
in versi

risvegliarsi
bruciarsi

del segreto linguaggio delle parole
inebriarsi

per non morire nel piatto piatto dei pianti

del triste sole
del soltanto mai percepito

divorato dal tempo degli agguati e dei sudari

e
da lenzuola di vermi rampanti

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

Amo ascoltare quel che le parole suggeriscono.. per non avere rampanti rimpianti...


4
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 04/11/2014 12:19
    Musicale guanto basta in un ritmo che ricorda la vita.
  • Anonimo il 03/11/2014 16:00
    Un porto sulla riva dell'eternità... grande Vi...
  • Rocco Michele LETTINI il 03/11/2014 07:28
    Ti muovi in versi per camminnare su sentieri di parole che si fermano nel giardino del cuore... Fiori che sposano il grandioso... SERENA SETTIMANA VINCE'

2 commenti:

  • Alessandro il 04/11/2014 23:43
    Il poeta cerca l'eterno, la musica segreta della terra attraverso le parole. Riuscirà a superare i propri limiti?
  • Verbena il 03/11/2014 21:02
    Versi sconsolati, con la chiusa che fa rabbrividire. In cotanta miseranda esistenza si percepisce un anelito all'amore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0