PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gelosia (strambotto)

Vorrei esser io l'aria che respiri,
io la voce che ascolti e che ti chiama,
la bocca che tu baci tra i sospiri.
Mio il cuore che ti dice quanto t'ama,
Mia la pelle che tocchi e che ti brama.
Il nome che pronunci con amore;
essere io la donna del tuo cuore.
Son gelosa, tu sei il mio dolore.

 

1
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Francesca La Torre il 03/11/2014 21:57
    Follemente innamorata e altrettanto gelosa, io penso che non sempre la gelosia sia sinonimo di amore, sentimento che dovrebbe esprimersi pienamente nel semplice piacere di stare con la persona amata.
  • Luca il 03/11/2014 14:45
    Essere una molteplicità di cose, visibili e non, affinchè si assapori sempre la dolce metà
  • Rocco Michele LETTINI il 03/11/2014 10:17
    Mio il cuore che ti dice quanto t'ama,
    Mia la pelle che tocchi e che ti brama.

    UN DISTICO AL BACIO... MERAVIGLIOSO VER...

3 commenti:

  • Alessandro il 04/11/2014 23:45
    L'animo ferito che non si dà per vinto e respira veleno. Ma il veleno è dolce, è una dipendenza dalla quale non si vuole sottrarre.
  • Verbena il 03/11/2014 22:01
    L'amore tra un uomo ed una donna non è mai totalmente gratuito. in questo amore la gelosia, più o meno controllata, c'è sempre.
  • Luca il 03/11/2014 14:46
    Bei versi, cmplimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0