accedi   |   crea nuovo account

L'utile dell'essere

Non è bello né giusto far emergere
sé stessi tra la gente amica e mite;
con sussiego su proprie idee l'insistere
ben sapendo di muovere alla lite.

Ognuno ha le certezze maturate
nei fatti della vita che ha vissuto;
è bene non erigersi sfrontate
su chi gloria ed onore non ha avuto.

Non è cultura quando è sicumera;
è grande la persona intelligente
quando accetta con anima sincera,
coloro che non sanno aprir la mente.

Bravura e virtù possono aiutare
quando l'io non si eleva sul pudico;
demoliscono invece ogni altare
di chi vuole asservire il proprio amico.

Né rispetto né stima sarà dato
a colui che nel vanto cerca onore;
nell'autenticità sarà lodato
senza alcuna pretesa e con amore.

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 05/11/2014 14:54
    L'io e' l'orgoglio del vanitoso... Nelle tue mirabili quartine e' stato decantato con assennatezza...

1 commenti:

  • Alessandro il 06/11/2014 00:46
    Un elegante schiaffo alla superbia e alla logica del possesso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0