username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Umorale

Il dramma:


il vecchio corpo riverso a terra
in un bolo umorale di:
feci
sangue, saliva
e urina...
umana.


La farsa:


il solito ragno
tesse la solita tela
e m'imprigiona nella sua bava
di finti piaceri promessi
e mai mantenuti.


Umorale:

Lividi sulle tempie
che fioriscono come novembrini
(i crisantemi di mia nonna!)
raccolta di more d'inverno
sulle rive del fiume
, colmo di neri spermatozoi,
che sfocia in un lago amaro.

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 06/11/2014 00:45
    Surreale e sperimentale, senza compromessi sulla crudezza. La discesa senza difese nell'animo umano.
  • Antonino R. Giuffrè il 05/11/2014 19:01
    ... poesia di matrice surrealista nella quale, così mi pare, prevalgono immagini cupe e mortifere, corrispettivo esteriore di un animo inquieto e selvaggio, che tuttavia aspira a una pace rasserenante. Piaciuta.

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0